COME FUNZIONA: Caro Visitatore questo sito ha una parte accessibile solo previa iscrizione (FORUM) e accettazione delle regole di uso e una parte informativa accessibile a tutti in cui puoi trovare gli articoli scritti da medici o utenti del nostro forum. NOTA BENE: I COMMENTI AGLI ARTICOLI PUBBLICI SONO VISIBILI A TUTTI.
Se vorrai confrontarti o portare la tua esperienza potrai anche iscriverti al nostro forum, che è riservato e accessibile solo sotto utente e password al fine di osservare le regole di base di privacy dei partecipanti, oppure puoi consultare gli articoli liberamente.

SE TI REGISTRI COME MEMBRO DEL FORUM DI FIBRILLAZIONEATRIALE.IT, POTRAI CONSULTARE ANCHE L'ELENCO DEGLI INDIRIZZI DEI MEDICI CHE GENTILMENTE SI SONO RESI DISPONIBILI A RISPONDERE VIA MAIL.

Venerdì, 20 Febbraio 2015 00:00

Diritto di esenzione per pazienti aritmici.

Scritto da
Vota questo articolo
(31 Voti)

E' possibile controllare se la propria patologia dà diritto ad esenzione, conoscere il relativo codice di esenzione e sapere a quali prestazioni si ha diritto.

 

Esiste un'esenzione per i pazienti con fibrillazione atriale?

Si, ha il numero A02-427 “aritmie cardiache”. Esenzione dalla partecipazione alla spesa per malattie croniche ed invalidanti DM 329/99

 

Elenco esami

 

89.01  ANAMNESI E VALUTAZIONE, DEFINITE BREVI Storia e valutazione abbreviata, Visita successiva alla prima  

89.52  ELETTROCARDIOGRAMMA 

87.44.1  RADIOGRAFIA DEL TORACE DI ROUTINE, NASRadiografia standard del torace [Teleradiografia, Telecuore] (2 proiezioni)  

88.72.3  ECOCOLORDOPPLERGRAFIA CARDIACA A riposo o dopo prova fisica o farmacologica  

89.43  TEST CARDIOVASCOLARE DA SFORZO CON CICLOERGOMETRO  

89.50  ELETTROCARDIOGRAMMA DINAMICO Dispositivi analogici (Holter )

 

 

B02 IN TRATTAMENTO ANTICOAGULANTE: 

 90.75.4 TEMPO DI PROTROMBINA (PT) 

 90.76.1 TEMPO DI TROMBOPLASTINA PARZIALE (PTT) 

 91.49.2 PRELIEVO DI SANGUE VENOSO 

 

 

Come richiedere l'esenzione per patologia

 

 

  1. L'esenzione deve essere richiesta all'Azienda USL di residenza, presentando un certificato medico che attesti la presenza di una o più malattie incluse nel d.m. 28 maggio 1999, n. 329 e successive modifiche. Il certificato deve essere rilasciato da un presidio ospedaliero o ambulatoriale pubblico.

    Sono validi ai fini del riconoscimento dell'esenzione anche:

     

    • la copia della cartella clinica rilasciata da una struttura ospedaliera pubblica
    • la copia del verbale di invalidità
    • la copia della cartella clinica rilasciata da una struttura ospedaliera privata accreditata, previa valutazione del medico del Distretto sanitario della Azienda USL di residenza
    • i certificati delle Commissioni mediche degli Ospedali militari
    • le certificazioni rilasciate da Istituzioni sanitarie pubbliche di Paesi appartenenti all'Unione europea

       

  2. L'Azienda USL rilascia, nel rispetto della tutela dei dati personali, un attestato che riporta la definizione della malattia con il relativo codice identificativo e le prestazioni fruibili in esenzione secondo il d.m. 28 maggio 1999, n. 329 e successive modifiche.

Fonte:Ministero della salute

Letto 56266 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti