COME FUNZIONA: Caro Visitatore questo sito ha una parte accessibile solo previa iscrizione (FORUM) e accettazione delle regole di uso e una parte informativa accessibile a tutti in cui puoi trovare gli articoli scritti da medici o utenti del nostro forum. NOTA BENE: I COMMENTI AGLI ARTICOLI PUBBLICI SONO VISIBILI A TUTTI.
Se vorrai confrontarti o portare la tua esperienza potrai anche iscriverti al nostro forum, che è riservato e accessibile solo sotto utente e password al fine di osservare le regole di base di privacy dei partecipanti, oppure puoi consultare gli articoli liberamente.

SE TI REGISTRI COME MEMBRO DEL FORUM DI FIBRILLAZIONEATRIALE.IT, POTRAI CONSULTARE ANCHE L'ELENCO DEGLI INDIRIZZI DEI MEDICI CHE GENTILMENTE SI SONO RESI DISPONIBILI A RISPONDERE VIA MAIL.

Sabato, 27 Dicembre 2014 00:00

COX-MAZE IV

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

queste sono le Conclusioni tratte dall'allegato che parla della Cox-Maze IV . (Annals of Cardiothoracic Surgery)

Lo sviluppo della procedura CMIV ha semplificato il trattamento chirurgico della Fibrillazione atriale Rispetto all' Operazione "cut-e-cuci" Cox-Maze III, la procedura CMIV è tecnicamente semplice e veloce effettuare, a causa dell'uso della tecnologia di ablazione per sostituire le incisioni chirurgiche. Nella nostra esperienza, CMIV eseguita attraverso una sternotomia ha ridotto il tempo medio di cross-clamp per un solitario Cox-Maze da 93 ± 34-41 ± 13 minuti (P <0,01), e da 122 ± 37-92 ± 37 minuti (P <0,01) in quelli sottoposti a chirurgia cardiaca concomitante (1,2). Risultati per il CMIV sono stati eccellenti e sono paragonabili a quelli osservati con la procedura di Cox-Maze III (3). Questa procedura semplificata ha permesso una più ampia applicazione di questa operazione in pazienti in cui è indicato l' intervento di fibrillazione atriale
I progressi nella tecnologia toracoscopica e lo sviluppo di strumenti chirurgici minimamente invasivi consentono tale procedura da eseguire attraverso un approccio mini-invasivo. Dati non pubblicati del nostro istituto ha dimostrato questo approccio è diminuito unità di terapia intensiva (ICU) soggiorno di un giorno e di ricovero di due giorni rispetto ai pazienti in trattamento con un CMIV ± un'operazione mitrale attraverso un approccio sternotomia (P <0,001). L'approccio mini-invasivo riduce anche il numero di complicanze maggiori del 50%, consentendo un migliore utilizzo delle risorse ospedaliere. Ciò è stato possibile solo con un aumento marginale aortica tempo morsetto a croce (82 ± 33 vs 69 ± 33 minuti, P <0,001) e una tendenza verso una diminuzione della mortalità perioperatoria. Quindi, eseguire la procedura CMIV tramite un diritto mini-invasiva thoracometry approccio è un'opzione interessante per il trattamento chirurgico della fibrillazione atriale.
 
Letto 4507 volte Ultima modifica il Sabato, 27 Dicembre 2014 18:27

2 commenti

  • Link al commento Giorgio Sabato, 27 Dicembre 2014 19:17 inviato da Giorgio

    Almeno tu hai risolto. .... io aperto due volte in 5 anni x la plastica mitralica ora combatto con la fa/flutter. .....
    Fai tutti gli scongiuri del caso ma sappiamo che con il Maestro della Maze, e non solo, le percentuali di successo sono molto alte.

  • Link al commento Alfredo Fanelli Sabato, 27 Dicembre 2014 18:02 inviato da Alfredo Fanelli

    Avrei dovuto aspettare per poter beneficiare di questo tipo di intervento semplificato e meno invasivo, purtroppo quattro anni fa la Maze III era il massimo che la ricerca del momento permetteva. Ringrazio comunque la Maze III che mi ha permesso (facendo le corna) di guarire dalla fibrillazione atriale.

Devi effettuare il login per inviare commenti